Casa ecologica casacerta-Istituto CASACERTA

Istituto CASACERTA

Progetti - Albenga

La casa ecologica abita in Liguria

Nel momento in cui, in Italia, si assiste al manifestarsi di nuove emergenze abitative unitamente ad una sempre crescente attenzione verso le tematiche energetico-ambientali, appare importante divulgare storie di esempi, come questo della Casa Ecologica di Albenga, con l’obiettivo di rendere maggiormente evidente il contributo   che gli stessi assicurano alla risoluzione delle problematiche abitative, secondo metodi, tecniche e procedure di qualità e nel rispetto della sostenibilità dell’ambiente costruito.

Le necessità di ridurre i consumi energetici, di migliorare i livelli di comfort abitativo, nonché la qualità dell’abitare, rappresentano una delle più stimolanti frontiere dell’architettura contemporanea.

 


 

la casa ecologica di Albenga

 

Un edificio che coniuga attenzione all’ambiente, economicità di esercizio, salubrità pur restando nei limiti di edilizia sociale a costi contenuti: questa è stata la scommessa progettuale che visti i risultati conseguiti si può dire sia stata vinta.

Non un semplice addendum di tecnologie per la produzione di energie rinnovabili ma un edificio che in primis non consumi, che migliori la qualità del vivere, che minimizzi anche con soluzioni facilitative l’adozione di buone pratiche ambientali da parte degli abitanti.

Questa è la casa ecologica di Albenga, realizzata da una cooperativa appartenente a Confcooperative in attuazione di un piano di edilizia economica popolare.

24 alloggi, un piano terreno di 800 mq destinato ad uffici pubblici, il tutto a consumi zero: riscaldamento, raffrescamento estivo, acqua calda sanitaria, acqua calda per elettrodomestici, energia elettrica per usi comuni quali scale, ascensori, impianti tecnologici il tutto senza una goccia di combustibile fossile.

Moltissime le soluzioni adottate quali uso generalizzato di luci a led, ascensore a risparmio energetico, pompa di calore geotermica alimentata dal fotovoltaico, pannelli solai termici integrati architettonicamente, isolamento differenziato secondo l’esposizione delle facciate, attenzione allo sfasamento della struttura per migliorare il benessere estivo, impianto di deumidificazione, VMC a recupero energetico ed altre 50 soluzioni per il benessere abitativo.

Inoltre l’impianto di depurazione acqua con doppia erogazione per minimizzare l’uso di acqua minerale, il dispenser per detersivi alla spina, il sistema di raccolta degli oli alimentari usati, la nicchia sul balcone a sud per alloggiare i contenitori per la differenziata, il sistema di espulsione dell’aria del bagno direttamente dalla tazza wc, sensori di presenza per accensione e spegnimento luci nei locali di servizio, l’uso di materiali naturali quali sughero, lana di legno, lana di pecora, fibra di legno mineralizzata tutti, inoltre, provenienti da riciclo calci naturali e pitture prive di VOC tutto per il benessere e la salute degli abitanti.

Infine il primo esempio di elettro bike sharing condominiale realizzato con una pensilina fotovoltaica per la ricarica di bici e moto elettriche e dotata anche di due bici di proprietà del condominio e di uso libero per i soci per incentivare la mobilità sostenibile specialmente nei brevi tratti all’interno del tessuto urbano.

Per sintetizzare in poche parole il progetto: una realizzazione che difendendo il valore economico dell’investimento ha raggiunto l’obiettivo di migliorare la qualità della vita dei soci della cooperativa non è solamente un involucro efficiente ma rappresenta un nuovo concetto dell’abitare.


Giorgio Mallarino Architetto
Progettista e Presidente Federabitazione Liguria
 

ACE_Albenga_-_Casa_ecologica_-_Firmato.pdf

www.lacasaecologica.info